L'ospite che ci apre le porte di casa oggi è Giorgia, una grafica e fotografa nata in Trentino, ma milanese d'adozione dal 2002. Chi ha un profilo Instagram probabilmente la conosce molto bene perchè è una delle persone più fantasiose, ironiche, femminili e amanti del rosa presenti sui social. Avete riconosciuto giorgette_p e la stanza in cui ambienta i suoi post surreali?

Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu

Giorgia si è trasferita a Milano per motivi di studio ed è rimasta per lavoro. Crea immagini soprattutto per Instagram, collaborando con aziende e agenzie che richiedono contenuti di food, design e lifestyle.  Dalle sue foto si nota subito il tocco eccentrico e divertente che rende riconoscibile il suo stile, per non parlare degli accenti rosa, il colore che più la rappresenta e che fa da sfondo alle sue idee. È a casa, infatti, che scatta le foto per i social e la sua cucina viene messa sotto sopra, persino svuotata talvolta, per fare spazio e creare i set.  Che sia nata come una casa social non c’è dubbio. Giorgia si è trasferita nel 2011 in questo appartamento, che per alcuni anni ha riscosso un gran successo fra gli ospiti di Airbnb. Per il momento è tornato a essere il suo spazio privato, ma non è detto che non venga affittato di nuovo a breve. Di sicuro si trova in un contesto unico e la vista dalla zona giorno sembra opera della fantasia di Giorgia, realizzata in post produzione.

Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu

Da milanesi, non siamo rimaste indifferenti al fascino dell’Isola, il quartiere che sta vivendo una rinascita (o rivoluzione?) e che gode oramai di una sempre crescente popolarità fra i giovani. Qui, la Milano di una volta ha imparato a convivere con i cantieri di Porta Nuova, con i grattacieli che si affacciano su piazza Gae Aulenti.  La casa di Giorgia si trova all’interno di una corte di una tipica casa di ringhiera, ma non potrebbe trovarsi più vicina di così alla nuova Milano: dalle finestre di casa si vede il giallo delicato dello stabile, i panni appesi, le bici in cortile e, come un’astronave in fase di atterraggio, le torri del Bosco Verticale, vicinissime, tanto che pare basti allungare la mano per accarezzarne gli alberi in facciata.

Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu

Dopo una convivenza con altre ragazze, Giorgia ha cercato una casa per vivere da sola. Piccola sì, perché Milano non è la città adatta ai budget limitati, ma con la zona giorno separata da quella dedicata al riposo, e il bagno con finestra, non sempre possibile in un contesto di ringhiera. L’Isola allora aveva le sembianze di un paesino che si gira a piedi, il Bosco Verticale non era ancora stato costruito, così che il sole entrava indisturbato dalle finestre per tutta la mattina, l’appartamento era della dimensione giusta, senza spazi sprecati, e con la ristrutturazione era possibile disegnarlo su misura.Infatti, i pavimenti, l'impianto elettrico, i rivestimenti e tutti i mobili sono stati realizzati dal papà e dal fratello di Giorgia, con l’aiuto di un falegname per i lavori più complessi, come la libreria con piano di lavoro o il letto.  Il risultato è una casa accogliente, amata e adorabile, che parla della sua proprietaria e che è evidentemente frutto anche dell’affetto e dell’impegno della sua famiglia. Per l’arredo, tolte le opere di falegnameria, Giorgia si è rivolta all’Ikea, come ogni trentenne milanese, ma personalizzando tutto, cucina compresa, secondo le sue esigenze di spazio.Lo stile che Giorgia ha scelto è contemporaneo, semplice e molto femminile, dove il bianco dei mobili e il legno naturale del pavimento vengono accesi da un po’ di colore, e dove le superfici lucide fanno da specchio alla stanza. 

Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu
Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu

Essendo una creativa, sta già pensando alla prossima casa: un po’ più grande, magari con un terrazzo (ancora più raro delle finestre in bagno), con una grande cucina minimale, razionale e tecnologica, per non complicarsi inutilmente la vita.Quando si parla di food, infatti, la cucina è protagonista. Giorgia prepara spesso dei dolci per i suoi clienti e per sè, oggi anche per noi. Una cheescake al mango con latte di cocco, ricetta infallibile degli Gnambox, rivisitata dalla padrona di casa e decorata con fiori eduli dai colori tropicali. Per impiattarla c’è solo l’imbarazzo della scelta, vista la collezione di piatti, bicchieri, tazzine per cui Giorgia va matta. Il suo preferito al momento è un pezzo della Tavola Scomposta di Bitossi e Funky Table. È rosa, ovviamente, e non potrebbe essere altrimenti. In cucina poi non possono poi mancare gli elettrodomestici: forno e lavastoviglie sono fondamentali, e da quando ha una planetaria di KitchenAid, Giorgia non ne può più fare a meno, tanto che la sua voglia di cucinare è aumentata.A questo proposito Giorgia, quando vuoi, siamo sempre disposte ad attraversare la città per tornare a trovarti!

Giorgette P. Giorgia Polo @ Casamenu

Foto di Cristina Galliena Bohman e di Francesca Martinez
Testo di Francesca Martinez

Cucina:

Ikea ma custom, secondo le esigenze di Giorgia

Planetaria:

KitchenAid

 

Piatti e tazzine:

Una vera e propria collezione con pezzi di Bitossi, Zara Home, H&M Home, Habitat, Casalinghe di Tokyo, Muji, Hay, Ilaria.I

 

Cassa Bluetooh:

AudioPro

 

Libreria e piano di lavoro:

Realizzati su misura dal falegname di fiducia

 

Lampada a forma di bottiglia:

Seletti

 

Alzata per torta:

Di Ilaria.I per IncipitLab

 

Sgabello:

Hay

 

Libri di cucina:

Tutti quelli di Linda Lomelino e diverse guide di Milano

 

Vassoio:

Cargo

 

Macchina per il caffè:

Essenza Mini Krups per Nespresso

 

Porta oggetti:

Hay

 

Misuratori Matrioska:

M-cups di Fred

 

Quadri:

Milano di Mapiful

Brooklyn di Ork Posters

 

Tazze con l’iniziale G:

Design Letters

Facebook
Twitter
Follow by Email
LinkedIn