Alla base di ogni sugo mediterraneo insieme alle sue sorelle bianche o bionde, la cipolla rossa è la più dolce dei bulbi commestibili.Gli occhi piangono, il naso si storce, alcuni palati la trovano invadente. Eppure, parliamo di un cibo sano, dietetico, depurativo e antiossidante, con proprietà antibatteriche, anti tumorali e benefiche per il sistema cardiovascolare.

Cipolla rossa @ Casamenu
Cipolla rossa @ Casamenu
Cipolla rossa @ Casamenu

Bellissima nelle diverse varianti regionali, la cipolla rossa diventa ancora più delicata in cucina se scelta nella sua versione giovane: i cipollotti, bulbi immaturi che si possono trovare in natura sia in versione bianca che rossa. Per celebrare le bellissime sfumature di questo ortaggio, l'abbiamo abbinato a dei piccolissimi scalogni dalla buccia ramata, sia tondi che allungati come una piccola banana.

Cipolla rossa @ Casamenu
Cipolla rossa @ Casamenu
Cipolla rossa @ Casamenu

Sui gusti non si discute, tanto più che conosciamo bene l'effetto che le cipolle fresche hanno sull'olfatto umano. Però, se possiamo spezzare una lancia a loro favore, si prestano a talmente tante preparazioni, cotte o a crudo, che vale la pena inserirle nell'alimentazione di tutti i giorni. Ricche di vitamina C, vitamina E, iodio, ferro, magnesio, zinco e antiossidanti, fanno bene alla salute e si trovano in tutta Italia.La cipolla rossa di Tropea è la regina, ma basta guardarsi in giro per trovare questi bulbi in molte varianti e per scegliere la preferita.Per noi deve essere rossa, per la sua dolcezza e perché è bella, talmente bella da meritare un ritratto.

Cipolla rossa @ Casamenu
Cipolla rossa @ Casamenu
Cipolla rossa @ Casamenu

Foto di Cristina Galliena Bohman
Styling e testo di Francesca Martinez

Credits

ESPIdesign per i taglieri e il vassoio in marmo Bianco Carrara

Funky Table per i Coltelli Berti 

Facebook
Twitter
Follow by Email
LinkedIn